Cavazzini concerti

Sede Concerti | Biglietti

 

Eduard Lenner, pianoforte

Musiche di Schumann, Tchaikovsky

Robert Schumann 1810-1856 Sonata No.1 in Fa diesis minore, op.11
I. Introduzione. Un poco adagio – Allegro vivace
II. Aria
III. Scherzo e Intermezzo. Allegrissimo
IV. Finale. Allegro un poco maestoso
Pyotr Ilyich Tchaikovsky
1840-1893
The Seasons, op.37b
I. January (At the Fireside)
II. February (Carnival)
III. March (Song of the Lark)
IV. April (Snowdrop)
V. May (Starlit Nights)
VI. June (Barcarolle)
VII. July (Song of the Reaper)
VIII. August (Harvest)
IX. September (The Hunt)
X. October (Autumn Song)
XI. November (Troika)
XII. December (Christmas)

Biografia

Eduard Lenner, nato nel 1986 a Bratislava, nella Repubblica Slovacca, dal 1994 al 2001 frequenta la 'Primary Music School Stefanikova' sotto la guida di Katarina Lukesova e dal 2001 al 2007 ha studiato con Karol Toperczer al Church Conservatory nella sua città natale. Si laurea come 'Il miglior laureato dell'anno' e poi prosegue i suoi studi nella classe di Ida Cemecka all'Accademia di Musica ed Arti Performative di Bratislava, dove vince il 'Dean Prize' ed attualmente studia per il Dottorato di Ricerca. Nel 2006 ha preso parte con successo alla 'Chopin Competition' e nel 2008 ha vinto la borsa di studio 'Yamaha'. Tiene recitals in molte città della Repubblica Slovacca e a Vienna ed è stato invitato in numerosi festival musicali del suo paese. Come musicista da camera suona con diversi cantanti in Slovacchia ed all'estero (Repubblica Ceca, Austria, Germania). Nel 2014 ha fatto il suo debutto con la Slovak Philarmonic sotto la direzione di Ratislav Stur.

Il concerto si svolge sotto l’egida della Facoltà di Musica e di Danza dell’Accademia di Arti Performative di Bratislava

Dalibor Karvay violino Daniel Buranovský pianoforte

Musiche di Grieg, Suchon

Eduard Grieg 1843-1907 Sonata per Violino e Piano No.3 in Do Minore, Op. 45
Allegro molto ed appasionato
Allegretto espresivo alla Romanza
Allegro animato
Eugen Suchon
1908-1993
Sonatina per Violino e Piano, Op. 11
Allegretto con agitazione
Largo sostenuto
Allegro assai
Carl Orff 1895-1982 Carmina Burana
(trascrizione per piano di E.Chumachenko - brani scelti)
Amor volat undique
In trutina mentis dubia
O Fortuna
Maurice Ravel
1875-1937
Tzigane
Rapsodia da Concerto per Violino e Piano

Lento, quasi cadenza
Meno vivo-grandioso

Biografia

Dalibor Karvay, nasce a Vrútky in Slovacchia e fin da bambino ha manifestato un grande talento. A 3 anni comicia a suonare il violino col padre e durante gli studi elementari ha registrato per la radio slovacca. Ha studiato con B.Urban al Conservatorio di Žilina e col rinomato Boris Kuschnir al Conservatorio di Vienna. Ha frequentato master con E.Grach, M.Mintschev e H.Krebbers. Ha vinto vari premi come il Premio d'oro al Meeting Internazionale dei Giovani Musicisti a Cordoba, il Premio come Giovane Musicista dell'Anno al Gran Premio Eurovisione, il Primo Premio al Concorso Internazionale Tibor Varga in Svizzera e il Primo Premio al Concorso David Oistrach a Mosca.
Ha tenuto un concerto per il Principe di Galles nel 2003 al Castello di Windsor assieme a M.Rostropovič. Nel 2009 ha ricevuto il Premio per i succesi artistici e per l'attività di rappresentanza della musica slovacca, grazie alla sua arte interpretativa, dal Ministero della Cultura Slovacca e nel 2011 la Fondazione della Tatra Bank lo ha insignito del Premio Young Creator. Da solista collabora con direttori come L.Segerstam, J.v. Zweden, M.Janowski, A.Rahbari, R.Kofman e O.Dohnányi. Ha suonato con varie orchestre tra cui l'Orchestra Sinfonica Rundfunk di Berlino, l'Orchestra da Camera Inglese, la Camerata di Salisburgo, l'Orchestra Nazionale di Mannheim, l'Orchestra Sinfonica della Radio di Vienna, l'Orchestra da Camera di Vienna, l'Orchestra dei Solisti d'Europa di Lussemburgo e la Filarmonica Slovacca. Come camerista suona con artisti come R.Baborák e B.Kuschnir. Suona un violino fabbricato da Matthieu Devuyst.

Daniel Buranovský, nasce a Banská Bystrica e suo padre è un direttore d'orchestra operistico. A 4 anni comincia a suonare il pianoforte, proseguendo gli studi al Conservatorio di Žilina e si diploma con onore nel 1989 all'Accademia di Arti Performative di Bratislava con M.Starosta. Ha vinto il premio del Ministero dell'Educazione Slovacco per i suoi eccelenti risulta di studio e per i traguardi artistici. Durante gli studi ha partecipato a vari concorsi nazionali in Repubblica Ceca dove ha vinto molti premi, avendo la possibilità di esibirsi in concerti in patria ed all'estero. Ha partecipato a festival internazionali tra cui il Festival di Musica di Bratislava e il Festival di Musica del Centro Europa a Žilina, dove ha vinto il Premio della Critica, e al Festival della Musica Ceca a Bonn. Da solista ha suonato tra le altre con l'Orchestra da Camera di Stato a Žilina, l'Orchestra Sinfonica dell'Emittente della Radio Ceco-slovacca a Bratislava e l'Orchestra della Beethoven Hall a Bonn. Ha suonato in Europa, Usa, Paesi Bassi, Argentina e Vietnam, ha seguito master in Spagna ed ha studiato all'Accademia Sibelius ad Helsinki.
E' molto apprezzato come partner di musica da camera. Suona con i solisti dell'Orchestra Nazionale dell'Opera House Slovacca tra cui M.Babjak, M.Dvorsky e L.Vargicova, con la quale si è esibito alla Carnegie Hall a New York nel 2003. E' membro dell'Alea Ensemble, il cui lavoro è incentrato sulle composizioni di A.Piazzolla e i compositori slovacchi. Ha registrato vari album con partner cameristici e da solista, un cd sulle Ballate di F.Chopin e un cd del concerto a Taegu (Corea del Sud) con l'Orchestra Universitaria. Ha inoltre registrato un cd con i 24 Preludi per Pianoforte del compositore slovacco Miro Bázlik, grazie al quale è stato insignito dal Fondo Musicale Slovacco il Premio Kafenda per la sua 'significativa interpretazione e la rappresentazione della musica slovacca'. Ha registrato per la radio e la televisione slovacca, partecipato a numerosi concerti ed è membro della gestione del repertorio dell'Associazione delle Arti Performative. Del 2011 è il cd da solista con le musiche di F.Liszt e la premiére del Concerto per Pianoforte ed Orchestra scritto da M.Bázlik.
Tra il 1999 e il 2000 comincia la sua attività da professore di pianoforte in visita all'Università Cattolica di Taegu Hyosung (Corea del Sud) e poco dopo conclude il Dottorato di Ricerca presso l'Accademia di Arti Performative a Bratislava in Arte della Musica e Interpretazione. E' docente alla Facoltà di Musica e Danza ed è a capo del Dipartimento di Strumenti a Tastiera. E' membro delle Arti, del Senato di VŠMU a Bratislava, dell'Associazione di Arti Performative, del comitato di sovvenzione del Ministero della Cultura e dell'Associazione Hudobná Dvorana, focalizzata e sostenitrice delle attività degli studenti di musica e dei progetti per gli studenti. Nell'estate 2012 è stato nominato professore universitario di musica dal presidente della Slovacchia.

Il concerto si svolge sotto l’egida della Facoltà di Musica e di Danza dell’Accademia di Arti Performative di Bratislava

MUSICA, SOLDATO DI PACE

Concerto ‘Per una lettura diversa della guerra’

Luisa Sello (flauto)
Giovanni Di Lena e Giacomo Birner (violini)
Nicola Siagri (violoncello) Alberto Busettini (clavicembalo) 
Tommaso Serratore (danza) Bruna Braidotti (attrice)

Musiche di J. S. Bach, Philipp Selby, Jorge Sastre, Carlo Corazza
Letture da 'Diario di Guerra' di Isotta Toso (dal diario di Giovanni Battista De Gasperi)

J. S. Bach 'Suite n. 3' BWV 1009 per violoncello (Bourèe I – Bourèe II)

J. S. Bach 'Offerta Musicale' (Largo) per flauto, violino e basso continuo

Carlo Corazza 'Nuvole Carsiche' (2014) per due violini e violoncello

Philip Selby 'Spirit of the Earth' (1978) per flauto solo (danza Tommaso Serratore)

J. S. Bach 'Concerto n. 3' BWV 1043 in re min per 2 violini concertanti e archi (Largo)

Carlo Corazza 'Isonzo' (2014) per due violini e violoncello

Jorge Sastre 'Luz' (2015) per flauto solo (danza Tommaso Serratore)

J. S. Bach 'Arte della Fuga' BWV 1080 Thematis Regii Canone per Aumentazione (fl. vc.)

J. S. Bach 'Sonata in Trio' BWV 525 in sol maggiore n. 1 (Allegro, Adagio, Allegro)

Programma inserito nel progetto della Grande Guerra

 Il concerto si inserisce nel calendario degli eventi per la celebrazione del centenario della Grande Guerra 1915-1918, con Bando della Regione FVG “Contributi per progetti riguardanti la realizzazione di eventi e manifestazioni attinenti i fatti della Prima guerra mondiale”.

Il progetto degli Amici della Musica denominato 'Musica, Soldato di Pace' intende alleviare la memoria della sofferenza attraverso una nuova memoria dell’arte. In questo contesto si inserisce anche il presente programma ispirato alla forza della musica come messaggero di pace. I brani di alcuni compositori contemporanei sono infatti ispirati a testi, immagini e canti della Prima Guerra Mondiale, che lasciò un lungo percorso di sangue morte e di cui ricorre quest’anno il centenario dell’inizio nel 1915. La presenza di musica immortale di J. S. Bach, aiuta a sollevare dal dolore della perdita di tante vite, in segno di pace e di tolleranza. I momenti musicali verranno intrecciati con letture (datate 1915) a cura dell'attrice Bruna Braidotti, tratte dal diario Giovanni Battista De Gasperi, combattente di Udine, e dal testo immaginato da Isotta Toso sulla vita di Ensrica Calabresi, crocerossina e compagna di De Gasperi. Tommaso Serratore metterà in danza il dolore della guerra e la rinascita della speranza attraverso gestualità moderne, sulle note di due compositori contemporanei, Selby e Sastre, che rappresentano 'soffi di vita e di luce'. I brani di Carlo Corazza, compositore e pianista friulano, sono stati ispirati ad immagini e sensazioni sulla Grande Guerra, eseguiti qui in prima assoluta.

 

Simona Venslovaite violino Nilolas Göhl chitarra

Concerto in collaborazione con il JOSEPH HAYDN IINSTITUT FÜR KAMMERMUSIK UND SPEZIALENSEMBLES, Universität für Musik und darstellende Kunst Wien

Arcangelo Corelli Sonata per Violino e Basso continuo in Do maggiore Op. 5 No. 3
Adagio – Allegro – Adagio – Allegro – Allegro
Béla Bartók "Romanian folk dances"
Jocul cu bâtă, Brâul, Pe loc, Buciumeana, Poarga Românească, Mărunțel
Franz Schubert Sonatina per Violino e Piano No. 1, re maggiore D384/Op. posth. 137/1 (Arr. Andrea Sciola-König)
Allegro molto, Andante, Allegro vivace
Astor Piazzolla "L'Histoire du Tango"
Bordel 1900, Cafe 1930

Biografia

“Duo ohne Worte” Sebbene di recente formazione, ha già ottenuto entusiastici riscontri in Austria, Germania e Lituania. Leo Brouwer, durante un loro master con il famoso chitarrista, ha detto ‘se vincessi alla lotteria, pagherei di persona un contratto permanente con questo fantastico duo’. Accanto alla guida del famoso chitarrista, Simona Venslovaite e Nilolas Göhl, devono la loro formazione alla chitarrista Brigitte Zaczek e al violinista Johannes Meissl. La violinista, vincitrice di numerosi concorsi, si è distinta per interpretazione e doti espressive. Laureata all’Accademia di Musica di Vilnius, ha fatto parte dell’orchestra ‘Kremerata Baltica’ ed è attualmente componente dell’Ensemble XX. Jahrhundert. Il chitarrista Göhl, anch’egli vincitore di numerosi concorsi, si è perfezionato con B. Zaczek, A. Pierri, L. Brouwer, D. Russell e L. Kuropaczewski. Ha suonato come solista con la Viennese F. Schmidt Chamber Orchestra. Entrambi sono membri stabili per i corsi superiori di musica da camera del prof. Meissl all’Università di Musica di Vienna. “Where words end, music begins.” (Heinrich Heine)

 

Adalisa Castellaneta (chitarra)

Musiche di J.S. Bach, Castelnuovo-Tedesco

L. MILAN Fantasia

M. CASTELNUOVO-TEDESCO

ESCARRAMAN Suite di danze spagnole del XVI sec. op. 177 GALLARDA (Gaillard)-EL CANARIO (The Canary Jig)-EL VILLANO (The Country Bumpkin)-“PESAME DELLO…” (“I Am Sorry…”)-“EL REY DON ALONSO EL BUENO…” (“The Good King Don Alphonse…”)

I. ALBENIZ Granada - Cadiz

E. GRANADOS Danza n. 5

J. RODRIGO Invocazione e danza (omaggio a Manuel De Falla)

ADALISA CASTELLANETA Diplomatasi con il massimo dei voti al Conservatorio Piccinni di Bari, si perfeziona con Stefano Grondona all’Accademia Musicale Pescarese, e con José Tomas in Spagna e all’Accademia Spagnola di Belle Arti a Roma. Allieva di Oscar Ghiglia all’Accademia Chigiana, segue i corsi di musica strumentale contemporanea con Alain Meunier ed i seminari di direzione d’orchestra tenuti da Yuri Temirkanov. La sua attività concertistica l’ha condotta ad esibirsi in importanti centri musicali in e all’estero collaborando con l’Orchestra da camera di Mannheim, l’Orchestra Sinfonica Nazionale dell’Ucraina, l’Orchestra Nazionale della Radio di Bucarest,la Deutsche Kammervirtuosen di Mainz, i Solisti Aquilani. Frequenta inoltre intensamente il repertorio cameristico e registra per la RAI. Ha inciso in prima esecuzione assoluta brani di Mauro, Emilia e Michele Giuliani, riscuotendo ampi consensi di critica. Vincitrice del concorso nazionale a cattedra per l’insegnamento della chitarra nei Conservatori, è attualmente titolare presso il Conservatorio di Monopoli. E’ frequentemente invitata a far parte della commissione giudicatrice in concorsi chitarristici in Italia e all’estero.

 

Perle di Musica da Camera

Trio di Zagabria Katja Markotić, mezzosoprano Vid Veljak, violoncello Filip Fak, pianoforte

Musiche di Caldara, Brahms, Mozart, Massenet, Rossini, Gounod

Programma e Biografia                                                                                                  

Biografia

Antonio Caldara  (1670-1763)   „Vage Luci“ aria dall' omonima cantata                                    

per voce, violino e pianoforte

Johannes Brahms (1833-1897)  Scherzo  per cello e pianoforte                                                           

Johannes Brahms  Geistliches Wiegenlied no.2 op.91 (Ninna nanna spirituale) per alto, viola e pianoforte

Ferdo Livadić  Nocturno pianoforte solo (1799 – 1879)                                                          

Cesar Franck (1822-1890)   Le Sylphe per mezzosoprano, violonvcello e pianoforte

Jules Massenet  (1842 – 1912)  Elegia per mezzosprano, violoncello e pianoforte

W. A. Mozart (1756 – 1791)  Arietta ‘Oiseaux, si tous les ans’                                 

G.  Rossini  (1792-1890) Une Larme per violoncello e pf                                                                                                            

Charles Gounod (1818-1893)  Evening song per mezzosprano, violoncello e pianoforte                                                                                                   

Katja Markotić  ha ricevuto le basi della formazione vocale nella sua città natale, Zagabria, con il prof. Noni Žunec, tenore conosciuto. Alla Hochschule für Musik und darstellende Kunst di Graz si è laureata in canto con la prof. Ira Malaniuk, per perfezionarsi poi sotto la guida del prof. F.X. Lukasowsky a Vienna. Come concertista riesce a interpretare con lo stesso successo le più varie opere, da quelle barocche fino alla musica contemporanea. Nel sua carriera ha formato un ricco repertorio nel genere Lied, (Schubert, Schumann, Brahms, Strauss, Mahler, Liszt, Tchaikovsky, Rachmaninov) come anche nello stile oratoriale, dedicandosi in modo particolare ai compositori croati. Si è esibita a tutti i festival importanti in Croatia (Festival zagabrese estivo, Estate di Spalato, Festival di Dubrovnik, Serate di musica di Osor ecc.) ed ha tenuto concerti anche in Austria, Germania, Ungheria, Polonia, Slovenia, Italia e Gran Bretagna. Un notevole successo l’ha ottenuto con il recital al festival internazionale "Cervantino" XXX in Messico e con l'esibizione al Palacio de Bellas Artes (Mexico City). Ha inciso il proprio CD, con le opere di J. Brahms, D. Pejačević, J. Slavenski i O. Respighi. È anche in preparazione il CD con i lieder di G. Mahler e A. Zemlinsky, con l’Orchestra sinfonica RTV croata.

Vid Veljak è nato nel 1996 a Fiume. A quattro anni inizia a suonare il violoncello privatamente con la violoncellista Tatjana Skljarenko, dopodiché prosegue gli studi presso la Scuola elementare di musica I. Matetić Ronjgov a Fiume con il prof. Mauro Šestan. Ha frequentato corsi di perfezionamento con molti violoncellisti (Giovanni Sollima, Gustavo Tavares, Maja Virant, Sylvia Sonteckiyene, Eme Farrand, Valter Dešpalj). Nel 2009 vince il primo premio al Concorso internazionale Daleki akordi a Spalato. Nel 2010 vince il primo premio al Concorso nazionale di violoncello. Nello stesso anno vince il primo premio come membro di un trio di pianisti al Concorso statale di musica da camera. Nel 2011 è vincitore assoluto al Concorso internazionale Daleki akordi a Spalato. Vanta numerose esibizioni in Croazia, Germania e Italia. A soli quattordici anni si iscrive all’Accademia di musica di Zagabria nella classe del famoso violoncellista e professore Valter Dešpalj.

Filip Fak (Fiume, 1983)  pianista e compositore, ha compiuto i suoi studi nella sua città natale, Zagabria ed, in seguito, a Parigi. Si è esibito finora in quasi tutti i principali centri della Croazia, nonché in una dozzina di paesi europei, negli Stati Uniti ed in Cina, sia come solista sia come musicista da camera e d'orchestra. Accanto ad esibizioni con le maggiori orchestre e formazioni croate, un posto di rilievo nel suo lavoro è ricoperto dalla collaborazione con varie cantanti croate come diva dell'opera, Dunja Vejzović, Giorgio Surian e  con la nuova stella del canto, Diana Haller. Si esibisce regolarmente come pianista assieme a diversi ensemble croati ed opera in funzione di collaboratore artistico a produzioni concertistiche e teatrali. Il culmine del suo impegno in campo teatrale è stato segnato dalla direzione musicale e dall'adattamento da camera dell'opera Carmen di Bizet per il Teatro nazionale croato Ivan de Zajc di Fiume, nella cui esecuzione ha assunto i ruoli paralleli di pianista e direttore d'orchestra. Nel corso dei suoi studi ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali. Gli è stato inoltre assegnato il Premio del Rettore dell'Università di Zagabria come miglior studente, nonché la borsa di studio della fondazione internazionale Vladimir Spivakov di Mosca e del Gold Country Piano Institute di Nevada City (USA). Dal 2009 lavora alla sezione di Fiume dell'Accademia di Musica di Zagabria, dove ricopre i ruoli di collaboratore artistico al Dipartimento di canto e di assistente al Dipartimento di pianoforte dell 'Accademia.

 
Luigi Santo (tromba) Daniela Gentile (pianoforte)

Musiche di Peskin, Rachmaninov, Gershwin

                 Vladimir Peskin -  Concerto N.1 in do min.

 (Allegro con fuoco-Molto drammatico ed espressivo

   Andante sostenuto, dolce amoroso

   Allegro scherzando)

            Alexandra Pachmutova - Concerto

Edwin Mc Dowell - To A Wilde Rose

Sergej Rachmaninov -  Eighteenth Variation on a Theme of Paganini

Vocalise

               Wassily Brandt  - Berceuse

             George Gershwin - Rhapsody in Blue

Biografia

Luigi Santo  (Tromba) Professore di Tromba presso il Conservatorio di Musica di Matera.Diplomato in Tromba al Conservatorio di Cosenza, continua poi gli studi musicali a Parigi con P.Thibaud e successivamente si perfeziona nel repertorio romantico col Maestro Russo Timofei Dokshitser. Con il Quintetto d’Ottoni “Brass Collection” intraprende un’intensa attività concertistica in Italia ed all’estero. Dall’incontro con il trombettista americano David Short, nasce una collaborazione che porta alla creazione dell’Orchestra “The Brass Choir Consort”, con la quale ha partecipato a trasmissioni in diretta per la RAI. Autore di brani per Quintetto d’Ottone editi e pubblicati da Gerard Billaudot – Parigi e da ITC Reift – Svizzera. Ha collaborato con Enti quali l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e l’Orchestra del Teatro Massimo di Catania, suonando con illustri Direttori e famosi Interpreti. Da solista ha tenuto concerti negli Stati Uniti alla “Ramsey Concert Hall” della Georgia University di Athens; in Russia, nella “Sala Rimskij-Korsakov” a San Pietroburgo; in Spagna nella “Sala Segovia” di Linares, oltre che in Scandinavia, Germania, Belgio, Olanda, Slovenia, Romania, Moldavia e Medio Oriente. Ha suonato con importanti artisti internazionali quali Fred Mills, Scott Hartman, Mark Mc Connell, Mike Moore; è stato invitato ad esibirsi in Festivals Internazionali assieme a trombettisti quali Bobby Shew, Andrei Ikov, Chris Martin, Jim Thompson. Ideatore e direttore artistico del Festival Internazionale degli Ottoni “Tubilustrium”. Incide per la Casa Discografica Marcophon il Compact Disc “Silenzio....gli Ottoni!”; successivamente escono altri due CD: “Fred&Friends” e “Tubilustrium 2005”. Nel 2006 ha tenuto la prima esecuzione in Italia del Concerto di Shostakovich per Pianoforte-Tromba e Orchestra, nella famosa versione inedita curata dal grande Maestro Russo Timofei Dokshitser. Luigi Santo suona strumenti STOMVI.

Daniela Gentile (Pianoforte) Diplomata nella Scuola di Pianoforte del maestro Lethea Cifarelli presso il Conservatorio di Musica “A.Casella” di L’Aquila, riportando il massimo dei voti e lode. Ha partecipato al corso didattico sulla “Forma Sonata” tenuto dal maestro Fausto Razzi ed ai Seminari sulla musica contemporanea organizzati dalla Scuola di composizione del suddetto maestro. Ha preso parte al Corso di perfezionamento pianistico tenuto presso la Julliard School negli Stati Uniti con il maestro David Rose ed in Francia con il maestro Bouquete, inoltre ha eseguito un master di perfezionamento pianistico con il maestro Bruno Canino ed un Corso di perfezionamento pianistico con il maestro V. Voskobojnikov.

Ha eseguito registrazioni di concerti per le maggiori emittenti radiotelevisive (Raidue Raitre). Ha tenuto concerti organizzati da istituzioni musicali ed enti pubblici in molte città italiane e straniere, eseguendo musiche dei più famosi compositori come Liszt, Chopin, Mozart, Beethoven ecc. Ha svolto tournée in Russia, Stati Uniti, Spagna, Slovenia, Romania, Moldavia, Grecia, per la Gioventù musicale di Atene, ha suonato nel Teatro Nazionale di Lagos in Nigeria e ad Accra nel Ghana, riportando sempre successo di pubblico e critica. Oltre che da solista si esibisce con varie formazioni cameristiche, spaziando con repertori che vanno dai classici fino a prime esecuzioni di compositori contemporanei. E’ docente di pianoforte nel Conservatorio di Musica di Bari.


 
Maurizio Moretti (pianoforte)  CONCERTO ERT

Musiche di Chopin, Liszt, Schumann

R. Schumann

Arabesque op. 18

F. Liszt

Vallee' d' Obermann (les annes de pelerinage: Suisse)

  **********
F. Chopin

 Polonaise op. 26 n.1

Tre Mazurkas op. 67

Notturno op. postuma in do minore

Notturno op. postuma in do diesis minore

Mazurka op. 17 n. 4

              Valzer op. 69 n. 1

   

Biografia

 

Maurizio Moretti

Diplomatosi  al Conservatorio di Cagliari ha proseguito gli studi perfezionandosi per cinque anni alla scuola parigina  del grande Aldo Ciccolini, che di lui ha scritto: “Una straordinaria vitalità ritmica, un senso innato del fraseggio e notevolissime possibilità tecniche caratterizzano il suo pianismo. È sicuramente uno dei pianisti più dotati e personali della sua generazione”. Nel corso della sua carriera piu che ventennale, è stato ospite di prestigiose istituzioni nei teatri di tutta Europa e ha tenuto regolari tournee in Francia, Spagna, Germania, Austria, Est Europa, con le più apprezzate orchestre quali Concertgebouw Orchester di Amsterdam,  Filarmonica di Mosca, Orchestra Filarmonica di Praga, I Solisti del Teatro alla Scala, Solisti di Mosca con Yuri Bashmet, Stockholm Chamber Orchestra, Orchestra Filarmonica di Caracas, Orchestra nazionale, Pan Asia Symphony Hong Kong sotto la direzione, fra gli altri, di Peter Maag ( con il quale ha studiato direzione d'orchestra) Yuri Bashmet, Jean Claude Casadesus, André Bernard, Marc Tardue, Jan Talich, Maxim Schostakovic, Woldemar Nellson,. Per la musica da camera ha suonato con il Quartetto Martinu di Praga, il Quartetto Ysaye, i Solisti della Scala. Recentemente l'autorevole Washington Post l'ha definito " un artista completo, dotato di un suono ed una carica emotiva che rendono un suo concerto una emozionante esperienza" Dal 2015 incide per Decca classics; è docente di Pianoforte al Conservatorio di Cagliari, è stato Professore Ospite alla Millikin University of Illinois (USA ), tiene masterclass alla prestigiosa Hochshule fur Musik F.Liszt di Weimar in Germania, al Conservatorio Superiore del Liceu di Barcellona ed è invitato come docente dell’Accademia di perfezionamento di Kusatsu in Giappone. Attualmente è professore di perfezionamento pianistico  alla Schola Cantorum di Parigi. È membro di giuria in prestigiosi concorsi internazionali, quali Premio Franz Liszt a Weimar – Bayreuth, Concorso Pianistico Internazionale di Andorra, Concorso Cervantes di Cuba, il Concorso Internazionale Badura Skoda, Concorso Internazionale Pianistico di Campillos Malaga e molti altri. Maurizio Moretti e' un  Artista testimonial della Steinway & Sons (Hamburg- New York).

Programma

R. SCHUMANN  Arabesque op. 18

F. LISZT Vallee' d' Obermann ( les annes de pelerinage: Suisse )

F. CHOPIN          Polonaise op. 26 n.1

                             Tre Mazurkas op. 67

                             Notturno op. postuma in do minore

                             Notturno op. postuma in do diesis minore

                             Mazurka op 17 n. 4

                             Valzer op. 69 n. 1


 
Duo Carabellese-Laera   
Daniela Carabellese, violino - Pietro Laera, pianoforte

Musiche di Elgar, Brahms, Kreisler, Piazzolla

CONCERTO ERT

 

E. ELGAR

Salut d'Amour
G. PUGNANI-F. KREISLER   Preludio e Allegro
J. BRAHMS   Sonata op.100 n.2

                                                        1. Allegro amabile

                                                       2. Andante tranquillo - Vivace - Andante -  Vivace                                                                     di piu' -Andante – Vivace

                                                          3. Allegretto grazioso (quasi andante)

A. PIAZZOLLA 
 

Oblivion
M. DE FALLA

 “Suite Populaire Espagnole” (revisione di Paul Kochanski)

 

                            1 - El Pano Moruno


                            2 – Nana


                            3 – Canciòn


                            4 – Polo


                            5 – Asturiana


                            6 – Jota


M. DE FALLA-F.KREISLER: Danza Espanola de “La Vida Breve”

Biografia

Daniela Carabellese, violino

Intraprende lo studio del violino con Franco  Cristofoli, diplomandosi con il massimo dei voti in violino, canto e viola presso il Conservatorio di Bari. Si è esibita nei più prestigiosi teatri e sale concertistiche del mondo suonando negli stati Uniti (New York), in Brasile (San Paolo, Brasilia, Rio de Janeiro) in Ungheria (Budapest), in Spagna (Madrid, Barcellona), in Turchia (Istanbul). Vive un'intensa attività quartettistica come componente del Quartetto Ayre insieme alla sorella Francesca e al fratello Giuseppe riscuotendo lusinghieri successi dal pubblico e dalla critica specializzata. Ha inaugurato il Festival '900 di Trani ed. '99 (premio Abbiati della critica), con un concerto monografico su Malipiero, con registrazione live per la Ricordi e per la Rai. Ha inaugurato dopo i lavori di restauro, il Teatro “Regina Margherita” di Caltanissetta con un concerto in quintetto con il pianoforte con il pianista Pierluigi Camicia. Si esibisce in svariate formazioni cameristiche ed orchestrali (anche come spalla) tra le quali l'Orchestra sinfonica del Teatro Petruzzelli, l'Orchestra Traetta (con la quale ha registrato numerosi CD per l'etichetta Bongiovanni), l'Orchestra Sinfonica della Magna Grecia, l'Orchestra Sinfonica di Matera. Con l'ensemble Collegium Musicum è stata protagonista di un concerto al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, con diretta radiofonica europea per Rai Radio 3 (I Concerti del Quirinale). Affianca all'attività concertistica una fervida attività didattica: numerosi suoi allievi hanno ottenuto premi e riconoscimenti in concorsi musicali nazionali ed internazionali. In collaborazione con la sorella Francesca ha realizzato svariati progetti tra i quali il “Violini Young Ensemble” che ha meritato nel 2004 il prestigioso premio Abbiati per la Scuola come migliore iniziativa didattica nella scuola italiana. Vincitrice di concorsi per l'insegnamento nelle scuole statali, è titolare di cattedra di Violino nella scuola media ad indirizzo musicale.

Pietro LAERA - pianoforte Pietro Laera è un elemento specialmente dotato sia dal punto di vista musicale sia da quello, molto più raro, che concerne la pratica strumentale. Provvisto d’una natura quanto mai sensibile, ma disciplinata, il giovane Pietro Laera mi sembra destinato ai traguardi più lusinghieri d’una luminosa carriera di artista.
Aldo Ciccolini

Nato a Bari, ha studiato al Conservatorio di musica “N. Piccinni” nella classe di Luigi CECI diplomandosi con il massimo dei voti, lode e menzione speciale. Ha conseguito il Diploma Accademico di II livello in Discipline Musicali -indirizzo interpretativo- compositivo presso l’Istituto Superiore di studi Musicali “G. Braga di Teramo”, discutendo una tesi intitolata “F. Chopin: l’evoluzione stilistica, le fasi compositive e lo sviluppo della tecnica pianistica negli studi” ed eseguendo l’integrale degli studi op. 10 e 25 di F. Chopin. É stato inoltre allievo di Alicia DE LARROCHA, Gianna VALENTE e Adam WIBROVSKI, nonché -per 10 anni- di Aldo CICCOLINI. Musicista versatile, esplora i vari linguaggi musicali attraverso composizioni, trascrizioni ed elaborazioni per svariati organici e collabora con musicisti del panorama internazionale quali: il flautista Roberto FABBRICIANI, il clarinettista Giora FEIDMAN, il trombonista Gianluca PETRELLA, il sassofonista Roberto Ottaviano, il mezzosoprano Fiorenza COSSOTTO, il violinista Francesco MANARA, il violoncellista Massimo POLIDORI, il Quartetto d’archi della Scala ed il direttore d’orchestra Roberto DUARTE con il quale ha inciso un C.D. distribuito in Europa e negli Stati Uniti. Frequenti inoltre le sue collaborazioni con attori e personaggi dello spettacolo quali Arnoldo FOA’, Ugo PAGLIAI, David RIONDINO, Michele MIRABELLA e Giorgio ALBERTAZZI.
Vincitore di numerosi premi in concorsi pianistici nazionali ed internazionali, ha al suo attivo una cospicua attività concertistica da solista che lo ha portato ad esibirsi, tra le altre, nelle seguenti città: Bari (Teatro Piccinni), Pisa, Taormina, Catania, Ragusa, Siracusa, Bologna, Sarzana (Teatro Impavidi), Reggio Calabria (Teatro Aurora), Cosenza (Teatro Rendano) Sorrento (Teatro Tasso), Faenza (Teatro Comunale), Napoli (Villa Pignatelli – Teatro Diana), Garda (Palazzo dei Congressi), Parma (Teatro Cinghio – Palazzo Cusani), Parigi (Journée du Patrimoine), Budapest, Lille, Malaga, Barcellona, Firenze (Amici della Musica), Torino, Chieti (teatro Marrucino), Siena, Roma, Milano.
Membro di giuria in prestigiosi concorsi musicali, coordinatore dell’Associazione Musicale “Nel Gioco del Jazz”, già consulente artistico della Fondazione Concerti “N. Piccinni”, è titolare di cattedra presso il Conservatorio di musica “N. Rota” di Monopoli. Sito web http://pietrolaera.com/

 


 
QUARTETTO ACCADEMIA 'Alle radici di Bach'

sax soprano, tenore, basso e baritono

Musiche di J.S. Bach, Francaix, Gershwin, Romero, Piazzolla

Emmanuele Baldini violino  Roberto Turrin pianoforte

'Da Vienna a Rio'

Musiche di L. van Beethoven, A. Coplan, H. Villa-Lobos

 
Ludwig van Beethoven

Sonata op. 23 n° 4 in la minore

                              -Presto

                              -Andante scherzoso, piu’ Allegretto

                              -Allegro molto

 
Aron Copland

Sonata  (1943)

                          -Andante semplice

                         -Lento

                         -Allegretto giusto

 

 Heitor Villa-Lobos

Sonata-Fantasia n° 2 A.83 (1914)

           -Allegro non troppo

           -Largo

            -Rondo’.Allegro

Biografia

Emmanuele Baldini é nato a Trieste (Italia) in una famiglia di musicisti.
Dopo aver studiato nella propria cittá con Bruno Polli, si é perfezionato con Corrado Romano a Biella e a Ginevra ( “Virtuosité” ), con Ruggiero Ricci a Berlino e Salisburgo e, per la musica da camera, con Franco Rossi e il Trio di Trieste.
Vincitore di numerosi primi premi in competizioni internazionali, ha iniziato la sua carriera in seguito alla vittoria del 3 premio “R. Lipizer” di Gorizia, e al 1 premio con menzione d’onore “Virtuosité”, a Ginevra.
In duo con suo padre Lorenzo, ha suonato in tutta Europa, in Sudamerica e in Australia. Dopo vari anni dedicati prevalentemente alla musica da camera, si é rivolto con entusiasmo alla carriera solistica, suonando i principali concerti del repertorio violinistico con importanti orchestre: Wiener Kammerorchester (Mozart), Suisse Romande (Schostakovich), Rundfunk Sinfonieorchester Berlin (Schumann), Orch. di Trieste (Dvorak e Mozart), Orchestra Sinfonica dello Stato di São Paulo (Casella, Beethoven, Schumann), Flanders Youth Symph. Orchestra (Bruch), Orchestra da camera di Mantova (Mozart), Interpreti Veneziani.
In complessi da camera o come solista ha giá suonato nelle principali sale del mondo.
Piú recentemente, in Brasile dove risiede, ha una carriera regolare e intensa come solista con le principali orchestre del Paese (il suo repertorio racchiude circa 20 diversi concerti per violino e grande orchestra, con alcune raritá come Busoni, Casella, Weill, Schnittke…), oltre ad essere invitato regolarmente negli USA (nel marzo 2010 ha debuttato con grande successo a New York in recital con la pianista Simone Leitão)
Intensa la sua attivitá discografica: oltre ad avere inciso piú di dieci CD, sono in procinto di essere pubblicati 2 volumi di Fantasie da opere italiane (ALGOL EDITORA) per violino e piano, un CD con Sonate per violino e piano di Camargo Guarnieri (con la pianista Dana Radu) e in 3 cofanetti doppi, le grandi serie di concerti di Vivaldi: i 12 Concerti dell’op. 3 ( “L’Estro Armonico” ), i 12 Concerti dell’ op. 4 ( “La Stravaganza” ) e i 12 Concerti dell’ op. 8 ( “Il Cimento dell’armonia e dell’invenzione” ).
Fondatore del QUARTETO OSESP, con questo gruppo negli ultimi tre anni ha collaborato com artisti come R. Castro, A. Cohen, J. Ph. Collard, A. Meneses, C. Pagano, L. Zilberstein e altri, registrando anche un CD di prossima uscita com i Quintetti di Schumann e Dvorak, com il pianista Ricardo Castro.
E’ stato spalla a Bologna (Orchestra del Teatro Comunale), Trieste (Orchestra del Teatro “G. Verdi”), La Coruña (Orchestra Sinfonica da Galicia), e dal 2005 é spalla dell’Orchestra Sinfonica dello Stato di São Paulo, in Brasile.

 

Roberto Turrin compie gli studi a Trieste, sotto la guida del M° Luciano Gante, e dopo aver ottenuto il diploma con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “G. Tartini”, cura il proprio perfezionamento con lo stesso M° Luciano Gante frequentando in seguito i corsi di perfezionamento tenuti dalla pianista Lya De Barberiis in Italia (Aosta,Viterbo etc.) ed in Svizzera (Meisterkurse Zofingen). Premiato in concorsi pianistici internazionali, quali “Premio Yamaha” - Stresa e “S. Rachmaninov” - Morcone, inizia a svolgere attività concertistica come solista tenendo recital in Italia, in Europa (Albania, Finlandia, Austria, Russia, Irlanda,  Slovenia, Francia, Norvegia, Ucraina, Lituania, Germania, Polonia etc.) e negli Stati Uniti e Canada, presentando in varie occasioni  partiture in prima esecuzione assoluta . Ha al suo attivo incisioni sia radiofoniche che televisive per la RAI, la Tv di Albania, la  RadioTv  Slovena, Radio Tv Nazionale Bulgara , Tv Polonia e per la Televisione di Stato Bielorussa, ed ha inoltre inciso per la Epic opere del compositore P. Pessina in duo con il violinista Emanuele Baldini.

Ha nel tempo approfondito la letteratura cameristica con Pianoforte, tenendo concerti in formazione di Duo con cameristi quali E.Stoia, J.Francini, E.Baldini, G.Di Vacri, N.Granillo, Cris Inguanti,  L.Degani etc., e collaborando inoltre con diversi Ensemble cameristici di vario organico. E’ docente di  pianoforte presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste,  istituzione in cui ricopre dallo scorso Novembre 2015 la carica di Direttore. tiene regolarmente corsi di perfezionamento strumentale e cameristico in Italia. È stato chiamato a far parte di giurie per vari concorsi nazionali ed internazionali, e’ attualmente coordinatore artistico del Festival “Echos”, ed è stato invitato a tenere dei Master sulla letteratura italiana per pianoforte del ‘900, che ha da sempre focalizzato il suo interesse, presso importanti enti musicali (S. Francisco State University, Stanford University, S. Jose’ State University, Roosevelt University -Chicago,  Illinois University -Chicago,University of Toronto , McGill University -Montreal , Academy of Music di Zagabria , Conservatorio di Innsbruck, Norges Musikkhogskole di Oslo,Escola Superior de Musica di Lisbona, National Music Academy  di Sofia…), collaborando inoltre frequentemente con diverse importanti istituzioni musicali come De Paul University-Chicago, Loyola University-Chicago, DIT Conservatory of Music Dublino , San Diego Music College.


 
CECILIA QUARTETT (Toronto) (quartetto d'archi)

Musiche di Beethoven e Mendelssohn

Beethoven, String Quartet Op. 18 No. 3 OR Mozart, String Quartet K. 421  

Mendelssohn, String Quartet Op. 44 No. 1  

 

Biografia

xxx
xxx


 
I SOLISTI DI CREMONA (2 vn, vc, clavicembalo) '...Confronti'

Glauco Bertagnin e Antonio De Lorenzi (violini) Marco Perini (violoncello) Marco Fracassi (clavicembalo)

Musiche di  Arcangelo Corelli e William Boyce

CONCERTO ERT

W. Boyce  (1711- 1779)              -              Triosonata n.1

A. Corelli  (1653- 1713)             -              Triosonata n.1

W. Boyce                                     -               Triosonata n.2

A. Corelli                                     -              Triosonata  n. 2

W. Boyce                                      -               Triosonata n.3

A. Corelli                                      -              Triosonata n.3

W. Boyce                                       -              Triosonata n.4

A. Corelli                                       -              Triosonata n.4

 
   

Biografia

xxx
xxx


 
x x (x)

Musiche di

xxx xxx
xxx xxx
xxx xxx
  **********
xxx xxx

Biografia

xxx
xxx


 
x x (x)

Musiche di

xxx xxx
xxx xxx
xxx xxx
  **********
xxx xxx

Biografia

xxx
xxx


 
x x (x)

Musiche di

xxx xxx
xxx xxx
xxx xxx
  **********
xxx xxx

Biografia

xxx
xxx


 
x x (x)

Musiche di

Biografia

xxx
xxx